Marcia della liberazione: il complotto che nessuno vi vuol dire!

Marcia della liberazione: il complotto che nessuno vi vuol dire!

Sai quei weekend in cui non sai cosa fare? Quelli quando in giro non trovi un evento da vedere, una mostra da visitare o un concerto da sentire? Quei weekend che in era Covid sono pure peggio del solito. Ecco, oggi non era uno di quelli.

In piazza San Giovanni a Roma ha avuto luogo la “Marcia della liberazione”: una marcia di personcine a modo promossa da personaggi che sono diventati baluardi inarrivabili del complottismo più sfrenato, tra i quali: Sara Cunial, ex deputata 5 Stelle, che non molte settimane fa alla Camera è riuscita in una manciata di minuti a presentare un fritto misto di complotti da manuale, dal 5G al “Deep State in salsa italiana”, dagli OGM ai vaccini cattivi cattivi. Diego Fusaro, il filosofo che tra un turbocapitalismo apolide e un’invettiva contro il turboliberismo sovranista è riuscito a sposare le tesi più strampalate, come quando nemmeno troppo velatamente aveva suggerito che il Covid fosse un’arma americana per colpire la nemica Cina. Poi abbiamo pure Enrico Montesano, l’attore di tante commedie anni 80, che dismessi forse i panni dell’attore ha scoperto la sua vera passione, la virologia, e grazie alle nuove improvvisate competenze ci avverte che “le mascherine secondo lui sono addirittura dannose”. Secondo lui. Dannose. L’ha detto Montesano, io gli credo! Altra testimonial imperdibile del lieto evento è Rosita Celentano, la quale ci fa sapere che “è un’occasione per ascoltare persone veramente competenti e oneste”. Oneste e competenti, capito?

Poco distante, in piazza Bocca della Verità, scendono in piazza pure i sostenitori del mitico Generale Pappalardo. Oh, fantastico, qui abbiamo un peso massimo dei No-mask, No-Vax e No-senso del pudore: il leader dei Gilet Arancioni risulta essere rinviato a giudizio per vilipendio al Capo dello Stato: il Nostro ebbe la geniale idea di recarsi in Quirinale per “arrestare” il Presidente Mattarella! Capolavoro.

Non vi sembra ancora abbastanza? Niente paura, in piazza sono scesi pure gli imperdibili fascisti guidati dal vicesegretario di Forza Nuova Giuliano Castellino, il quale, e qui cito il buon Lorenzo Tosa, è “autoproclamato capo del GLN (Governo di Liberazione Nazionale), pluricondannato e pluriarrestato per resistenza a pubblico ufficiale, truffa, aggressione, evasione (non fiscale)”. Insomma, una persona per bene che sicuramente avrà ricchi spunti di riflessione da elargire a tutti i camerati presenti.

Tanti i temi trattati dalle varie manifestazioni, si va dal negazionismo del covid al sovranismo monetario, dal “basta dittatura sanitaria” ai fascisti che chiedono elezioni libere, il tutto condito dai sempreverdi gruppuscoli No-Vax, no 5G & Co.

Il complotto segreto

Rileggo il fitto programma di questo sabato e tutto d’un tratto mi viene un’illuminazione. E se dietro la data scelta per i vari eventi si celasse un tremendo complotto? Chi poteva desiderare di vedere uscire allo scoperto i complottisti più invasati d’Italia? Chi potrebbe desiderare che queste persone escano allo scoperto, non più isolate o stigmatizzate ma unite insieme sotto la luce del sole?

Cerco in rete per trovare un indizio, una prova… bastano pochi click e tutto diventa chiaro: il 10 ottobre è la Giornata mondiale della salute mentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: